La compagnia

Il gruppo Teatro Totò è nato nel 1980.
Da allora ha messo in scena decine di lavori sia in lingua, “Sarà stato Giovannino”, “Sarto per signora”, “Non ti conosco più”, “Prigioniero della seconda strada”, sia in vernacolo: “Lu ziu prete”, Lu paese è picculu, la jènte mormora, e le fregne se ‘rsà”, “Chi ce capisce è bràu”, “Ogghj a me… doma’ pure!”, “Quanno c’è la salute”, “Cose dell’addru munnu”, “Ladri in paradiso”, “Disokkupati”, “Far Uèst!”.

Numerosi i premi vinti nell’ambito di festival e rassegne, tra cui il premio come miglior lavoro dialettale alla rassegna nazionale di Citerna nel 2002 (Ogghj a me… doma’ pure!), migliore opera e migliore regia a Dialettiamoci 2011 (Disokkupati), migliore regia e migliore attrice protagonista a Dialettiamoci 2013 (Far Uèst!).

Gli attori

Co’ ‘ste facce… forse “attori” è una parola grossa. Diciamo che recitare su un palcoscenico ci permette di esprimere la nostra doppia o tripla personalità (spesso disturbata), evitandoci così di impazzire definitivamente.

  • Marco Scarponi

    Attore
    È un agente finanziario: voi gli affidate i vostri soldi
    e lui li sperpera al ristorante.
    Segni particolari: non ama i dolci.

  • Antonella Menichelli

    Attrice
    È avvocatessa di grido, si occupa di gestire
    tutte le querele che prendiamo.
    Segni particolari: altissima.

  • Paolo Moretti

    Attore
    È uno che col suo lavoro incassa parecchio.
    Meglio non specificare cosa incassa.
    Segni particolari: puntualissimo.

  • Marika Marcolini

    Attrice
    È assistente sociale e assessore comunale,
    i due ruoli spesso coincidono.
    Segni particolari: sta sempre bene.

  • Paolo Carassai

    Attore
    Si occupa di comunicazione e pubblicità
    e detesta il consumismo.
    Segni particolari: nasino alla francese.

  • Nora Crocetti

    Attrice
    È una mamma affettuosa, una nonna adorabile
    e canta nel coro della parrocchia.
    Segni particolari: molto scurrile.

  • Pietro Pinciaroli

    Attore
    È un medico, ma se state male non lo chiamate,
    starà ripassando il copione.
    Segni particolari: molto agitato.

  • Cristiana Principi

    Attrice
    È direttrice di una banca di cui non facciamo il nome,
    così non la denunciate.
    Segni particolari: parla benissimo il dialetto.

  • Aldo Pisani

    Attore
    È un medico, studia la reazione del cervello umano
    a turni di prove massacranti.
    Segni particolari: ama le donne.

  • Benedetta Piermattei

    Attrice
    È dottoressa in filosofia, il che le permette
    di prendere con filosofia la sua disoccupazione.
    Segni particolari: per niente ansiosa.

  • Luca Medei

    Attore
    Studia all'alberghiero da barman,
    futuro alcolizzato.
    Segni particolari: interista fino al midollo.

  • Adino Mazzarini

    Attore
    È esperto di porte blindate e allarmi,
    se vi rubano in casa sapete chi è stato.
    Segni particolari: memoria di ferro.

  • Paolo “Pelame” Andreani

    Tecnico di palcoscenico
    È un carpentiere tra i più ricercati e suona
    un qualche strumento nella banda del paese.
    Segni particolari: praticamente sordo.

  • Loredano Rapari

    Tecnico di palcoscenico
    Ha studiato Ingegneria Informatica,
    e guarda che fine ha fatto...
    Segni particolari: violento e preicoloso.

  • Roberto Santinelli

    Tecnico del suono
    È un marito devoto e un tecnico chimico biologico. Nessuno sa cosa significhi.
    Segni particolari: gracile. Nella foto è quello con la maglietta.

Puoi richiedere tutte le info che vuoi
utilizzando il form
o chiamando il numero 335 6012686.

Ti risponderà Marco Scarponi, un bravo ragazzo.

logo small

 

Via del Melograno, Pollenza (MC)

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Commedia comica dialettale in due tempi di Aldo Pisani
Regia di Aldo Pisani – Durata: 100 minuti circa

Note di regia

Franco, dipendente presso la ditta del futuro suocero, è un lavoratore attento, integerrimo e scrupoloso con una sola passione: il calcio! Quando un giorno si troverà a scegliere tra il dovere e la sua passione, senza dubbi sceglierà quest’ultima. Una decisione che finirà per travolgere e sconvolgere la sua vita lavorativa ed affettiva, fino a quando un imprevisto colpo di scena… La commedia si sviluppa attorno al contrasto tra l’onestà di pochi (forse di nessuno) e l’avidità di molti (forse di tutti). L’intera vicenda è un susseguirsi di situazioni comiche che regalano allo spettatore una risata dietro l’altra… Ma, come si sa, ridere è una cosa seria.

Personaggi e interpreti

Anselmo > Marco Scarponi
Peppa > Nora Crocetti
Franco > Paolo Carassai
Virgi’ > Paolo Moretti
Conte Passalacqua > Aldo Pisani
Betty > Antonella Menichelli
Titti > Cristiana Principi

Riconoscimenti

• Miglior lavoro dialettale alla rassegna nazionale di Citerna 2003

Commedia comica dialettale in due tempi di Paolo Carassai
Regia di Paolo Carassai – Durata: 90 minuti circa

Note di regia

Anno 1890. Non lontana da un piccolo villaggio del Far West, la riserva indiana ospita da tempo la tribù dei Piedi Zuzzi. A causa delle forti piogge, il fiume che attraversa la riserva straripa costringendo la tribù a una fuga precipitosa: i Piedi Zuzzi approdano in massa al villaggio. Le diverse culture dei bianchi e dei selvaggi entrano così in contatto generando, come prevedibile, pericolose scintille. In un clima di reciproci sospetti, diffidenza, minacce e recriminazioni, prende forma una convivenza forzata che porterà a inevitabili sconvolgimenti nel modo di pensare degli uni e degli altri. La “paura del diverso” prende la via del comico, e con essa tutti i luoghi comuni che sempre accompagnano il tema dell’integrazione tra culture.

Personaggi e interpreti

Sceriffo Custer > Marco Scarponi
Mary > Antonella Menichelli
Johnny > Paolo Carassai
Piede Zuzzu > Paolo Moretti
Loretta Marika > Marcolini
Papera Muta > Cristiana Principi
Direttore di banca > Pietro Pinciaroli
Ispettore del governo > Adino Mazzarini
Luna > Benedetta Piermattei

Riconoscimenti

• Migliore Regia e Migliore Attrice protagonista a Dialettiamoci 2013

Commedia comica dialettale in due tempi di Paolo Carassai
Regia di Aldo Pisani – Durata: 90 minuti circa

Note di regia

Durante gli sconvolgimenti culturali e le lotte sociali che attraversano l’Italia del 1970, Silvio e Nazzarè rappresentano una felice ccezione alla regola: pur essendo infatti rispettivamente “lu patró” e “l’operaju” in una fabbrica di mobili, i due sono legati da una fraterna micizia che dura fin dall’infanzia. Il quadro apparentemente idilliaco muta radicalmente a causa di due eventi: il ritorno a casa di Gualtiero, cognato di Nazzarè, e l’ennesimo errore sul lavoro di Ernesto, operaio imbranato che ne combina una dietro l’altra. La casa di Nazzarè diventa allora teatro di una sommossa popolare in miniatura, che alla chiusura del sipario lascia lo spettatore con un dubbio irrisolto: cambierà mai qualcosa?

Personaggi e interpreti

Nazareno > Marco Scarponi
Mariella > NoraCrocetti
Ernesto > Paolo Moretti
Gualtiero> Paolo Carassai
Silvio> Aldo Pisani
Primula > Marika Marcolini
Teresa > Antonella Menichelli
Selvaggia > Costanza Scarponi
Giovanni > Luca Medei

Riconoscimenti

• Migliore Opera e Migliore Regia a Dialettiamoci 2010
• Migliore attore non protagonista a Macerata e dintorni 2011
• Migliore attrice non protagonista a La guglia d’oro 2012
• Migliore attrice non protagonista a Madre Lèngua 2013

Prossime rappresentazioni in programma

Ogni volta che venite a vederci a teatro, per noi è una grande carica di energia
che ci spinge a impegnarci sempre di più per regalarvi risate ed emozioni.

[tockify component=”calendar” calendar=”teatrototo”]

Scarica la LOCANDINA
cm 29,7 X 42 cm | (2,9 Mb)

Scarica il MANIFESTO
cm 70 X 100 cm | (8,9 Mb)

data personalizzabile

Scarica la LOCANDINA
formato 29,7 X 42 cm | (5,9 Mb)

Scarica il MANIFESTO
formato 70 X 100 cm | (20,8 Mb)

data personalizzabile

Scarica la LOCANDINA
formato 29,7 X 42 cm | (3,3 Mb)

Scarica il MANIFESTO
formato 70 X 100 cm | (7,6 Mb)

data personalizzabile

Prossime date

[tockify component=”calendar” calendar=”teatrototo”]